Home

Escursioni a Giannutri | Guidanatura

L’isola di Giannutri fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, è solo 2,62 kmq con 11 km di costa rocciosa, ha una particolare forma di mezzaluna simbolo della Dea Diana a cui è stata quindi dedicata e il suo punto più stretto è solamente 500 mt! La vegetazione è molto bassa tra macchia mediterranea ed euforbia arborea e nel periodo estivo è decisamente molto calda, mentre il terreno è composto principalmente da calcare cavernoso, poco agevole per camminare. Il punto più alto è solamente 88 mt, quindi è facilmente percorribile per chi si trova in un normale stato di salute. Da vedere abbiamo la villa romana meglio conservata di tutto l’arcipelago, costruita nel I secolo d.C. dalla famiglia dei Domizi Enobarbi e la particolare macchia a ad euforbia arborea (Euphorbia dendroides) che da maggio inizia a cambiare colore da verde a rosso e giallo fino al perdere le foglie in estate…

Leggi tutto

Il  Nera uno dei fiumi più belli di Marche e Umbria, nasce sui monti Sibillini nei pressi di Castel sant’Angelo sul Nera. Lungo circa 120 Km alla fine della sua corsa si getta nel fiume Tevere presso Orte nel Lazio. Nel suo percorso accoglie diversi affluenti uno dei più importanti il fiume Corno in zona Triponzo che  dopo aver ceduto parte delle sue acque al lago di Piediluco la sua portata si era ridotta della metà circa. A Collestatte  prende nel suo alveo  anche le acque del fiume Velino con un volo spettacolare conosciute come Cascate delle Marmore. A Terni riceve le acque del torrente Serra uno dei suoi principali affluenti per poi formare un piccolo lago artificiale per poi finire nelle acque del Tevere. Nel suo corso e vista la qualità dell’acqua e la sua conformazione torrentizia si appresta a diverse discipline sportive, a monte le sue acque cristalline…

Leggi tutto

Percorrendo l’Adriatica e scendendo da Fano verso Sud sulla Nazionale attraversiamo il Ponte Metauro. Per qualche chilometro purtroppo non vi sono unioni tra le ciclabili di Fano e Marotta. Speriamo che con il tempo, e  per la sicurezza di noi cicloturisti vengano unite.  Allo svincolo di Torrette  di Fano possiamo entrare sul lungomare direzione sud per evitare il traffico veloce. In estate comunque troveremo il traffico dei bagnanti, la zona infatti non è vietata per le auto. Chi viaggia in bici sa, che è cosa comune a quasi tutte le zone e ciclabili dell’adriatico.   Lungomare e la ciclabile tutta sul tratto marino La vera ciclabile inizia dopo la località Ponte Sasso. Da Torrette, percorreremo la strada che costeggia la ferrovia sempre in direzione sud e dopo un paio di chilometri, troveremo un passaggio, che ci porta verso il mare nelle foto è riconoscibile dall’insegna e cartello ciclabile-pedonabile e la…

Leggi tutto

Una piacevole giornata tra il verde e le limpide acque del fiume Corno in Valnerina. Ideale per compagnie e la famiglia, in quanto il fiume non presenta particolari difficoltà, il suo corso è costante e tranquillo e si possono portare anche i bimbi che si divertiranno tantissimo nelle piccole rapide che danno un po’ di movimento. Attraversando le gole di Biselli troveremo anche alcuni manufatti come la vecchia Ferrovia e il ponte romano. Insomma, una giornata divertente all’insegna della natura. A circa metà percorso vi è anche la possibilità di un piacevole bagno in acqua gelida con tuffi dagli scogli.  Sono diverse le società che operano con i gommoni a 6 posti, provvederanno loro a darvi mute, caschetti e salvagenti, in pratica tutto ciò che occorre per la discesa lavato e igienizzato. I costi non sono eccessivi e variano in base alla lunghezza del percorso e le varie società, comunque…

Leggi tutto

ciclabile-Fano/Pesaro

La ciclabile Fano/Pesaro, fa parte della ciclovia adriatica o corridoio verde il progetto che dovrebbe, unire il Veneto alla Puglia. Il bel pezzo di ciclabile di circa 12 km, tutti con illuminazione notturna e divisa in due distinte tipologie di strada asfaltata. Tratto pista ciclabile Fanese L’inizio di quella fanese dalla fine del lungomare nord, è riconoscibile anche grazie ad un ponte sopra il torrente Arzilla, scorre tra la Statale Flaminia da una parte e, la ferrovia dall’altra. In località Fossosejore per alcune decine di metri, si restringe permettendo il passaggio di una sola bici. A poche centinaia di metri e dopo un sottopassaggio da condividere anche con veicoli, inizia il tratto di ciclabile pesarese. Tratto pista ciclabile Pesarese La pista ora è affiancata da una parte dalla ferrovia e dall’altra dalla spiaggia, che fa da sfondo alla nostra visuale. Spesso in presenza di vento è possibile che la sabbia…

Leggi tutto

5/5